Archivio In primo piano

Prospettive e segni del futuro nella vita consacrata

Il nostro Dio attua le sue meraviglie nel passato, nel presente e nel futuro. Questa certezza genera speranza e ci dà l'audacia di ricercare la strada promettente per una rinascita della vita consacrata nelle nostre comunità e per uno sviluppo, in una fedeltà creativa, del carisma dell'Istituto religioso.
Si avvertono e si possono leggere dei segnali nuovi, che costituiscono le nuove prospettive di una vita consacrata, a condizione che sappiamo leggere la realtà, non con gli occhi fisici ma con il canocchiale della fede. La realtà è sempre al di là di ciò che si vede.

La salma di C. Francesco Ruppi nel Duomo della “sua” Lecce

L'attesa è finita: Cosmo Francesco Ruppi è tornato nella "sua" Lecce. Il giorno 30 dicembre la salma dell'arcivescovo che per più di un ventennio ha guidato la diocesi del capoluogo salentino è arrivata al Duomo dove, a porte chiuse, è avvenuta la tumulazione nella grande tomba in marmo bianco, posizionata in una delle cappelle laterali, a sinistra di colui che visita la cattedrale, di fronte al sarcofago di Mons. Luigi Zola. La salma, partita da Alberobello (cittadina di nascita dell'arcivescovo), è stata accolta da monsignor Michele Seccia, attuale arcivescovo di Lecce.

Seminare speranza per il pianeta Terra

E' stato il tema affrontato nel Seminario di formazione per i Movimenti e Associazioni Laici Smaldoniani, in Roma, presso l'Istituto Filippo Smaldone. Sabato, 9 novembre 2019, dalle ore 9.00 fino alle ore 19, con la pausa pranzo, abbiamo affrontato il tema di attualità guidate da don Enrico Peretti, salesiano e Direttore nazionale della federazione CNOS - FAP e nel pomeriggio ci siamo soffermate a considerare i percorsi di speranza che i diversi Movimenti laicali intendono mettere in atto perchè la Speranza si realizzi nel quotidiano della nostra storia.

Sinodo dei Vescovi x l'Amazzonia:fedeli allo Spirito

Comprendere, contemplare e servire i popoli dell’Amazzonia, in un appuntamento che non è una tavola rotonda o una conferenza, ma un cammino sinodale, perché “il Sinodo non è un parlamento”, bensì un’occasione per riflettere, dialogare, ascoltare con umiltà, parlare con coraggio e parresia, discernere e custodire sempre la fraternità. Questa la riflessione di Papa Francesco alla sessione inaugurale dell'Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi per la Regione Panamazzonica, sul tema: “Nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale”.

Il tempo del Creato 2019 - Laudato sii mio Signore!

Dal 1 Settembre al 4 Ottobre di quest'anno, i cristiani di tutto il mondo celebrano il Tempo del Creato. Alcuni di noi pregano, alcuni fanno progetti pratici e alcuni fanno azioni di mobilitazione.Tutti abbiamo il dovere di proteggere il creato. È un lavoro buono e potente, necessario e di massima urgenza perchè abbiamo trasformato la casa comune in un ambiente non favorevole alla vita dell'uomo. Da beneficiari di beni naturali siamo divenuti dei dominatori e sfruttatori di essi, violentando la natura e uccidendo o danneggando la vita.

Papa: Puntare al massimo per divenire testimoni

“Apriamo siti e giornali e parliamo di cose sacre. Ma così si resta al che cosa dice la gente, ai sondaggi, al passato. A Gesù interessa poco. Egli non vuole reporter dello spirito, tanto meno cristiani da copertina. Egli cerca testimoni, che ogni giorno Gli dicono: ‘Signore, tu sei la mia vita’”. Lo ha detto Papa Francesco nell’omelia della messa che ha celebrato stamani nella basilica vaticana, nella solennità dei santi Pietro e Paolo, patroni della città di Roma.

Pagine